Nella giurisprudenza italiana in virtù della legge 248 del 18 agosto 2000 anche i testi pubblicati su internet godono della tutela del diritto d’autore già stabilito dalla precedente legge 633 del 22 aprile 1941. La loro riproduzione integrale o parziale è pertanto libera in presenza di scopi culturali e al di là di contesti di lucro, da questo lecito uso fuori del consenso dello scrittore si devono necessariamente poter evincere i seguenti dati: il link del testo, il titolo, l’autore e la data di pubblicazione; il link della homepage del suo contenitore web. Copiare non rispettando queste elementari norme rappresenta un illecito.

venerdì 26 ottobre 2018

IL GALATEO EROTICO DI OVIDIO

di DANILO CARUSO

Durante i miei studi passati da ragazzo lessi alcune opere di Publio Ovidio Nasone: “Ars amandi” e “Remedia amoris”.
Da quelle analisi presi spunto per stilare dei prospetti in forma di elenchi di suggerimenti.
Conservavo gli appunti con queste scalette dentro a uno dei miei libri ovidiani.
Avendo da tempo voluto pubblicare uno scritto su Ovidio che riprendesse il riferimento a quelle opere, mi sono accorto che del liber III dell’“Ars amatoria” non avevo preso note, né tanto meno elaborato il relativo schema sintetico di regole ovidiane.
Perciò l’ho riletto a distanza di più di vent’anni, colmando quella lacuna a vantaggio di questo piccolo lavoro analitico che ha lo scopo di presentare il contenuto di quei due testi del poeta latino.
A tali opere si deve un peso notevole nelle motivazioni di Augusto determinanti l’esilio di Ovidio da Roma.
La loro materia infatti riguarda la strategia da seguire nel tentativo di conquistare un partner di coppia (“Ars amandi”: libri I et II rivolti agli uomini, liber III rivolto alle donne) e la condotta da tenere nel caso di rottura di una relazione (“Remedia amoris”: opera indirizzata ai maschi).
Il periodo augusteo col suo puritanesimo non era molto adatto a letture simili.
Ovidio si sarebbe trovato a suo agio nello huxleyano Brave New World.
Il poeta sembra fosse stato coinvolto nelle vicende dell’anticonformista Giulia, nipote di Augusto.
Forse egli pagò il prezzo del suo rivelarsi un “cattivo maestro”.
I suddetti testi ovidiani risalgono al periodo di vita in cui l’autore era intorno alla sessantina d’anni, idest a un’epoca posteriore a una personale lunga esperienza esistenziale.
Il poeta latino, che si sposò tre volte, raccolse i frutti di quanto vissuto e visto in una descrittiva profonda e strategica psicologia dell’approccio erotico.


ARS AMANDI


Liber primus
(per uomini)

1) Cerca i luoghi con le donne.
2) Inizia un colloquio da cose banali.
3) Verifica e attua che sia a suo agio per ingraziartela.
4) Corteggiala.
5) Entra in amicizia con le sue amiche, le quali ti possono aiutare.
6) Scrivile.
7) Impara e usa l’arte dell’eloquenza esprimendoti in maniera credibile con parole comuni e dolci.
8) Se la incontri, avvicinala.
9) Sii pulito.
10) Falle complimenti.


Liber secundus
(per uomini)

1) Usa l’intelligenza.
2) Sii condiscendente e dille ciò che desidera.
3) Fa’ quel che vuole.
4) Falle doni non costosi.
5) Scrivile poesie.
6) Falle complimenti (ripetizione del punto 10 nel liber primus).
7) Non essere opprimente.
8) Sii tollerante.
9) Non dirle i suoi difetti.
10) Ricerca la sintonia.




Liber tertius
(per donne)

1) Prenditi cura dell’estetica del tuo corpo (a cominciare dai capelli).
2) Non esagerare coi monili e nell’abbigliamento, al fine di evitare una sgradevole appariscenza.
3) Muoviti con grazia non barocca.
4) Impara a cantare e apprendi l’uso di uno strumento musicale.
5) Studia la letteratura (poesia).
7) Sappi praticare giochi di società.
8) Non lasciarti trasportare in pubblico da generiche situazioni emotivamente coinvolgenti alla volta di comportamenti poco eleganti.
9) Frequenta luoghi in cui siano presenti uomini (Ovidio a tal proposito fa un solo esempio: oggi appare singolare che egli suggerisca la partecipazione a cerimonie funebri; la sua società era molto diversa).
10) Evita uomini dalla galanteria ipocrita.
11) Valuta con attenzione i suoi messaggi scritti.
12) Tentenna in maniera studiata verso il pretendente: tieni la porta mezza chiusa e mezza aperta, in misura tale da non perderlo.
13) Rispondi per iscritto con messaggi non compromettenti.
14) Non mostrarti mai adirata (avresti un aspetto gorgoneo).
15) Non essere presuntuosa e/o apparire deprimente.
16) Sappi avvalerti dei servigi del tuo pretendente in ciò in cui egli vale.
17) Fai ingelosire il tuo aspirante (ai nostri tempi, visti spiacevoli episodi di cronaca nera, tale suggerimento pare pessimo).
18) Non ingelosirti e non compiere gesti avventati.
19) Non essere puntuale, ritarda negli incontri.
20) Mangia, in compagnia, con moderazione, bevendo vino (ma rimanendo lucida).
21) Sfrutta la bellezza del tuo corpo e nascondine i difetti.





REMEDIA AMORIS
(per uomini)

1) Se c’è qualcosa che non ti piace (non va) tronca sul principio (subito); valuta il rapporto.
2) Non rinviare l’interruzione, non indugiare.
3) Distraiti, e per farlo, impegnati in qualcosa.
4) Separati fisicamente e mentalmente.
5) Considera i suoi difetti pratici e fisici.
6) Valutala senza trucco e belletti.
7) Costruisci un nuovo rapporto con un’altra.
8) Sii glaciale.
9) In casi estremi vai a fondo, la noia farà il resto.
10) Pensa ai tuoi mali.
11) Evita la solitudine e i luoghi appartati.
12) Non frequentare né lei né i luoghi che ella visita né quelli in passato comuni.
13) Interrompi pacificamente.
14) Ricorda la difficoltà della relazione.
15) Evita sostanze eccitanti.




NOTA

Questo scritto è un estratto del mio saggio “Ovidio e D’Annunzio (2018)”
http://www.academia.edu/37703484/Ovidio_e_D_Annunzio

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.